lunedì , 15 ottobre 2018

Weekend 10-11 marzo 2018

Alla Galleria d’Arte di Palazzo Sarcinelli a Conegliano dal 2 febbraio al 24 giugno 2018: “Teodoro Wolf Ferrari. La modernità del paesaggio”

teodoro_wolf_ferrari_conegliano

70 opere, che si snodano in 7 sezioni, tra dipinti, acquarelli, pannelli decorativi, vetrate e studi per cartoline. Una mostra che raccoglie, per la prima volta, tutti i capolavori di Teodoro Wolf Ferrari appartenenti a collezioni private, gallerie e dimore di appassionati intenditori. Un percorso espositivo che si avvale della sonorità dei brani del compositore Ermanno Wolf Ferrari, fratello dell’artista.
Orario: da martedì a giovedì 9.00 – 18.00. Da venerdì a domenica 10.00 -19.00. Chiuso il lunedì.

Sapori del territorio: “Sopressa Vicentina Dop” – Prodotto a base di carne suina, stagionato. La Sopressa Vicentina è un prodotto di salumeria insaccato e stagionato, crudo, di media e grandi dimensioni, ottenuto con la trasformazione di tutti i tagli nobili delle carni suine. Ha forma cilindrica con legatura caratterizzata da uno spago non colorato, che può essere elasticizzato, posto in verticale (imbragatura) e da una serie di anelli dello stesso materiale posti in orizzontale sopra l’imbragatura lungo tutta la lunghezza della Sopressa. La superficie esterna si presenta ricoperta da una patina chiara che si sviluppa naturalmente in fase di stagionatura. Il profumo è speziato, con eventuale fragranza di erbe aromatiche.
 

Dal 24 febbraio al 25 marzo 2018 al Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago: “I volti di Gabo. Gabriel Garcìa Màrquez” e “Maria Isabel de Lince. Painter of light”

gabo_lince_castiglione_del_lago

La mostra, dedicata alla Colombia, sancisce un connubio tra letteratura e pittura attraverso due sezioni dedicate una, allo scrittore premio Nobel Gabriel Garcìa Màrquez (Gabo), e l’altra, alla pittrice Maria Isabel de Lince.
Nella sezione di Gabo si possono ammirare 75 caricature realizzate da artisti di fama internazionale provenienti da diciotto Paesi del Mondo: Colombia, Argentina, Brasile, Costa Rica, Ecuador, Cuba, Messico, Panamá, Perù, Uruguay, Venezuela, Spagna, Bulgaria, Francia, Portogallo, Serbia, Iran e Italia che mostrano il carattere carismatico, impulsivo, autoironico e anche dolce di un grande scrittore.
Nella personale di Maria Isabel de Lince troviamo opere di intensa cromia, quadri di Rembrandt e Turner rivisitati sperimentando tecniche cromatiche intense e manipolando la pittura a olio attraverso velature, colpi di spatola e graffiti.
Orario: dal 1° al 24 marzo tutti i giorni 9.30 – 18. Il 25 marzo 9.30 -19 (l’orario di ingresso varia con l’entrata in vigore dell’ora solare). Ultimo ingresso 45 minuti prima dell’orario di chiusura.

Sapori del territorio: “Assisi Doc” – L’Assisi Doc è un vino da pasto che si presenta nelle versioni Bianco, Rosso, Rosato, Grechetto e Novello. Il metodo di produzione dell’Assisi Bianco prevede l’impiego di uve Trebbiano (50-70%), Grechetto (10-30%) e altre uve per un massimo del 40%. Per il Rosso (anche Novello) e il Rosato si ricorre ad un 50-70% di Sangiovese, Merlot (10-30%) e altre uve per un massimo del 40%. Infine il Grechetto è prodotto con l’impiego di una percentuale minima del vitigno Grechetto dell’85% (gradazione minima 11,5%). All’esame visivo l’Assisi Doc Rosso (gradazione da 11 a 12%) si pesenta con un colore rosso rubino intenso, mentre l’odore è caratterizzato da un profumo fruttato e vanigliato; il gusto, infine, è pieno, asciutto con presenza di tannini speziati. L’Assisi Bianco (gradazione minima 10,5%), è un vino giallo paglierino con leggeri riflessi verdognoli, con profumo gradevole, fresco, caratteristico e sapore asciutto, fresco, leggermente fruttato. Il Rosato ha colore rosato; l’odore vinoso, caratteristico, profumato; il sapore asciutto, corposo, armonico, intenso, persistente.
 

Al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria dal 9 novembre 2017 al 25 marzo 2018: “Dioniso. L’ebbrezza di essere un Dio”

dioniso_reggio_calabria

80 straordinari reperti (alcuni del tutto inediti e presentati per la prima volta) accuratamente selezionati per raccontare Dioniso, il Dio della vite, del teatro e del delirio mistico, la divinità più affascinante del mondo greco. La mostra illustra i principali aspetti relativi al mito, ai rituali religiosi e alle feste celebrate in suo onore. Marmi, ceramiche, terrecotte, oggetti in osso, bronzo e argento concorreranno a rendere unica la mostra.
Orario: 9 – 20. Ultimo ingresso 19,30.

Sapori del territorio: “Alto Crotonese Dop” – Olio extravergine di oliva ottenuto dalla varietà di olivo “Carolea”. L’olio Alto Crotonese Dop presenta un colore che va dal giallo paglierino al verde chiaro e un odore delicato di oliva. Il sapore è fruttato e leggero.